Lievito Madre Pane

Pane al kamut e semola

panekamut_2Non c’è niente di più bello e divertente che improvvisare una ricetta per il pane della domenica. 🙂
Ormai da quando c’è il lievito madre in casa non si fa che sfornare pane e dolci fatti con le mie manine, la parte bella è la soddisfazione che si prova dopo il primo morso. Stavolta la ricetta è venuta fuori da sola e per fortuna è stata anche molto veloce!

Ingredienti:
50 g lievito madre
100 g farina di kamut
150 g farina di semola
170 g acqua
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di miele
2 cucchiai di olio
un pugno di farina di mais bramata

Ingredienti:
Per fare tutto più velocemente ho usato la planetaria, anche se ad essere sincera stavolta non è indispensabile… ovviamente ho ottenuto un impasto più omogeneo ed elastico senza esercitare i bicipiti!
Ho setacciato la farina di kamut e messa in ammollo con gran parte dell’acqua, in cui avevo fatto sciogliere il lievito madre con l’aggiunta il miele, per circa 30 minuti. Ho voluto provare il consiglio dell’ammollo dato da Montersino per la farina integrale! 🙂
Trascorso il tempo, ho lavorato l’impasto con la frusta K aggiungendo poco alla volta la farina di semola. Con l’ultima parte di farina, ho aggiunto la dose di sale.
Una volta ottenuto un impasto elastico ed omogeneo, ho spento la planetaria ed aggiunto i due cucchiai d’olio. Non volevo che l’olio venisse assorbito dall’impasto, ma mi serviva ad ungere la ciotola della planetaria in cui ho lasciato riposare l’impasto.

panekamut_1Ho coperto con la solita cuffia la ciotola e lasciato lievitare per 4 ore in frigo. Ho rimosso l’impasto dal frigo ed aspettato che raggiungesse la temperatura ambiente.
Dopodiché ho trasferito l’impasto lievitato nella teglia cosparsa di farina di mais bramata ed ho atteso che lievitasse nuovamente. Ho usato il metodo della pallina d’impasto nel bicchiere, usato per il pane a lievitazione naturale di mia sorella, per stabilire il tempo di lievitazione. Non appena la pallina è venuta a galla, ho acceso il forno a 220°C per la prima mezz’ora e successivamente a 200°C fino a cottura ultimata.

panekamut_3Una volta cotto, ho lasciato che il pane raffreddasse.
Dalla foto potrebbe sembrare non lievitato, in realtà era poca la dose dell’impasto rispetto alla teglia…si è sviluppato in larghezza piuttosto che in altezza! 🙂
Nonostante questo dettaglio il pane era davvero buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.