Cioccolato Cosa sappiamo fare Dessert Pasqua

Ovetti di cioccolato farciti

Amiamo il cioccolato in tutte le sue forme e per noi la Pasqua vuol dire solo una cosa “uova di cioccolato”..

Siamo legati per tradizione e ricordi d’infanzia alle classiche e famose uova al cioccolato al latte, le cui dimensioni crescevano con i nostri anni fino a rimpicciolirsi con la scusa banale “siete grandi, adesso ci sono i bambini!”.
Crescendo ci siamo distinte, una ama il fondente, a volte anche troppo fondente, mentre l’altra apprezza le nocciole… così la nostra Pasqua a poco a poco si andava popolando di uova di diverse forme e gusti.
Ma da qualche anno noi siamo cambiate tanto da avventurarci col temperaggio del cioccolato, trasformando la cucina in un laboratorio con tracce di cioccolato ovunque!

Quest’anno ci volevamo divertire, provando a creare piccole uova di cioccolato con strumenti a misura di casalinga.
Da qui l’idea di riutilizzare le formine di plastiche di una famosa merenda della Kinder come stampo per il guscio di cioccolato.

Ingredienti:
dosi per 6 persone
per le uova di Cioccolato
250 g cioccolato fondente al 70%

per la Fluffosa al cioccolato
2 uova
75 g farina 00
15 g cacao amaro
75 g zucchero semolato
5 g lievito vanigliato
35 g olio di semi di girasole
50 g acqua

per la crema Chantilly al cioccolato bianco di C. Michalak
125 g panna fresca senza zucchero
mezza bacca di vaniglia
25 gr di cioccolato bianco

per la finitura
q.b. marmellata di lamponi
q.b. lamponi freschi
q.b. scagliette di cioccolato fondente

Procedimento:
La fase che richiede più tempo ed attenzione è la preparazione del guscio di cioccolato. Bisogna procedere con precisione per un temperaggio corretto del cioccolato ed ottenere così un guscio croccante e lucido.
Tutte le indicazioni le trovate sul nostro articolo per realizzare un uovo di cioccolato decorato con pasta di zucchero. Qualora decidiate di utilizzare cioccolati differenti, fate attenzione perché le temperature nelle due fasi cambiano.
Il giorno prima di procedere al temperaggio, abbiamo realizzato la crema e la fluffosa.
Per la crema abbiamo seguito le indicazioni date da C. Michalak, nel suo libro Michalak Masterbook, per la torta Fantastik.
Abbiamo riscaldato la panna insieme alla vaniglia fino a raggiungere i primi bollori; l’abbiamo versata sul cioccolato bianco tagliato a pezzetti piccoli e mescolato fino al completo scioglimento.
Abbiamo lasciato raffreddare e trasferito in frigo per tutta la notte coperta da pellicola.
Per la fluffosa al cacao abbiamo seguito il solito metodo di preparazione, come per la Fluffosa alle mele, ma cotto in uno stampo da plumcake, ricordando di capovolgerlo dopo la cottura.
È necessario disporre degli spessori su cui far appoggiare i bordi dello stampo così da non intrappolare il vapore all’interno dello stampo, il quale renderebbe umida la superficie.
Una volta fredda, abbiamo sformato la fluffosa e lasciata riposare in frigo per tutta la notte.

Pronti tutti i componenti, abbiamo iniziato a farcire ogni singolo guscio di cioccolato.
Sul fondo abbiamo disposto una fettina di fluffosa tagliata e farcita con marmellata di lamponi.

Abbiamo proseguito ricoprendo con la crema chantilly disposta in una sac a poche per facilitarne l’utilizzo.
Abbiamo decorato con scaglie di cioccolato e lamponi freschi ben lavati ed asciugati.

Non solo guscio lucido e croccante di cioccolato fondente ma un dessert che non ti aspetti.
La croccantezza del cioccolato temperato si placa con la morbidezza della fluffosa e della crema; un mix di sapori, l’acidulo del lampone, la dolcezza della crema e l’amaro del cioccolato fondente, che rendono eccezionale ogni singolo boccone.

Anna&Sebastiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.